News

 

Basilica di SantAngelo in Formis: conoscenza, tutela, conservazione, valorizzazione

 

Giornata di studio

a cura di Alessandra Perriccioli Saggese e Lucinia Speciale

 

Lunedì 2 ottobre 2017, ore 10.30

Santa Maria Capua Vetere, Dipartimento di Lettere e Beni culturali, aula Appia

 

10.30 - Saluti:

Rosanna Cioffi – Prorettore alla cultura - Università della Campania Luigi Vanvitelli

Marcello Rotili – Direttore del Dipartimento di Lettere e Beni culturali - Università della Campania Luigi Vanvitelli

Presiede Alessandra Perriccioli Saggese - Università della Campania Luigi Vanvitelli

 

11.00 – Stefania Gigli Quilici - Università della Campania Luigi Vanvitelli

La trasformazione del paesaggio antico per la costruzione del tempio di Diana: riflessi nella architettura e statica del complesso di S. Angelo in Formis.

 

11.30 –  Lucinia Speciale – Dipartimento di Beni Culturali - Università degli Studi del Salento

La 'riscoperta' degli affreschi di Sant'Angelo in Formis tra Otto e Novecento. Storiografia e restauro

 

12.00 – Paolo Bensi – Dipartimento di Architettura - Università di Genova

Diagnostica e studio delle tecniche esecutive applicate alla conservazione dei dipinti murali

 

12.30 –  Guido Driussi – Direttore di Arcadia Ricerche. Indagini conoscitive e diagnostiche per il restauro. Venezia

Approfondimenti diagnostici per il restauro della Basilica di S.Angelo in Formis

 

15.00 - Tavola rotonda presieduta da Gisella Capponi –  Direttore dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro

 

Sono stati invitati:  

Carlo Viggiani – Università di Napoli Federico II

Mariella Utili – Segretario regionale MIBACT per la Campania

Salvatore Buonomo – Soprintendente per l’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento

Giuseppina Torriero – Funzionario architetto Soprintendenza per l’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento

Anna Capuano - Funzionario architetto Segretariato Regionale MIBACT per la Campania

Giuseppe Graziano – Funzionario storico dell’arte del Museo Reggia di Caserta

Luigi Iodice  –  Responsabile del Laboratorio di restauro del Museo della Reggia

Iolanda Capriglione – Presidente Centro UNESCO Caserta

Il 22 ottobre 2017 l'Assemblea generale della CUNSTA ha eletto il nuovo Consiglio direttivo per il triennio 2017-2020, così composto:
 
L-ART/01: Tiziana Franco (Università di Verona), Fulvio Cervini (Università di Firenze), Teresa Gligliozzi (Università di Macerata);
L-ART/02: Enrico Parlato (Università della Tuscia), Valter Pinto (Università di Catania), Gabriele Fattorini (Università di Messina);
L-ART/03: Claudio Pizzorusso (Università per stranieri di Siena), Laura Iamurri (Università di Roma Tre), Francesca Gallo (Sapienza Università di Roma);
L-ART/04: Marco Collareta (Università di Pisa), Paola D'Alconzo (Università di Napoli), Susanne Meyer (Università di Macerata).

Giornata di riflessione e dibattito promossa dalla CUNSTA. Roma, Palazzo Venezia (sede INASA), piazza S. Marco 49, sabato 23 settembre 2017, ore 9.00-14.00. 

Comitato scientifico: Fulvio Cervini, Paola D'Alconzo, Grazia Maria Fachechi, Ilaria Miarelli Mariani.

SCHEDA INFORMATIVA

da compilare in vista della costituzione di una rete degli archivi fotografici universitari

 

Qualora non fossero disponibili tutte le informazioni richieste, si prega di compilare almeno i campi contrassegnati con un asterisco.

 

*DATI ANAGRAFICI dell’Archivio o della Fototeca o della Diateca

 

*Denominazione:…………………………………………………………………………………

 

*Ateneo e Dipartimento di afferenza:……………………………………………………………….

…………………………………………………………………………………………………………

 

*Sede dell’Archivio:…………………………………………………………………………………

 

*Responsabile:

Nome e cognome……………………………………………………………………………………… Email…………………………………………………………………………………………………... Telefono………………………………………………………………………………………………..

 

*Referente operativo:

Nome e cognome……………………………………………………………………………………… Email…………………………………………………………………………………………………... Telefono………………………………………………………………………………………………..

 

 

PATRIMONIO FOTOGRAFICO

 

*Tipologia dei materiali:

     stampe fotografiche su carta

     diapositive

     negativi in vetro

     altro

 

*Consistenza (indicare le quantità, anche approssimativamente):

…………………………………………………………………………………………………………

 

*Soggetti:

     storia dell’arte

     archeologia

     architettura e urbanistica

     altro ……………………………………………………………………………………………….

 

 

Note: (eventuali altre informazioni relative alla configurazione e alla storia dell’archivio)

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

 

Stato di conservazione:

     buono

     discreto

     mediocre

     cattivo

 

Note: (eventuali precisazioni sulle modalità di conservazione del bene, relative ai contenitori e all’ambiente)…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

 

Inventario:

     cartaceo

     digitale

 

Accessibilità:

     archivio aperto al pubblico

     archivio aperto al pubblico su prenotazione

     archivio temporaneamente chiuso

     archivio chiuso

     archivio accessibile via web

 

Note: ……………………………………………………………………………………………….

 

Sito web:

     sì (indicare la URL): ……………………………………………………………………………

   no

 

Progetti (già realizzati, in corso o in programmazione):

 

     inventariazione……………………………………………………………………………………

     catalogazione (specificare la scheda di riferimento e/o la piattaforma di gestione documentale)…………………………................................................................................................

     messa in sicurezza e climatizzazione……………………………………………………………..

     restauro……………………………………………………………………………………………

     digitalizzazione…………………………………………………………………………………...

 

Si prega di inviare la scheda entro il 22 ottobre 2017 a: Paola D’Alconzo (Università di Napoli Federico II Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Donata Levi (Università di Udine Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ); Ilaria Schiaffini (Sapienza Università di Roma Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ).

 

 

 

 

Relazione del Direttivo CUNSTA 2014-2017

 

Le iniziative intraprese dal Direttivo CUNSTA nell’arco del triennio si sono di massima svolte, per quanto riguarda i fronti ANVUR e MIUR, nel quadro generale di un coordinamento di tutte le Consulte e Associazioni di Area 10, avviato e consolidato grazie ai rappresentanti di area 10 entro il CUN, Guido Baldessarri, Francesca Dovetto, Rosella Tinaburri, e convocato a cadenze regolari. Di tali iniziative danno conto in dettaglio i verbali delle riunioni del Direttivo, consultabili sul sito. Qui di seguito se ne indicano gli aspetti più rilevanti.

Riguardo l’ANVUR, la Cunsta è stata accreditata presso la stessa Agenzia, rispondendo ai requisiti della Delibera Anvur 92/16.9.2014 relativa ai requisiti delle Società Scientifiche riconosciute come tali.  La questione fondamentale affrontata è stata quella della classificazione delle riviste  nella fascia A, e del relativo impiego di tale parametro  ai fini di VQR, ASN, composizione dei Collegi di Dottorato. Costante è stato il confronto con i nostri rappresentanti nel gruppo di lavoro Anvur sulle riviste, i colleghi Donata Levi e Francesco Caglioti, riguardo omissioni e inserimenti nelle liste, e rispondenza delle nostre riviste di settore rispetto ai Regolamenti Anvur in materia. Soprattutto efficace, il tavolo di lavoro aperto fra il Direttivo Anvur, i rappresentanti  Cun e  le Consulte di area 10, dove si è arrivati al riconoscimento della trasversalità del riconoscimento di riviste di Fascia A entro sub-aree affini o compatibili entro la stessa area 10. In particolare le riviste di fascia A riconosciute per la sub-area  Discipline artistiche, musicali e dello Spettacolo, sono state riconosciute valide come tali – e viceversa –  anche per le sub-aree Archeologia, Filologia e Storia dell’Antichità; Romanistica e Italianistica; Lingue e Letterature moderne. Tale importante riconoscimento viene incontro all'istanza più volte avanzata di non disperdere un patrimonio così ricco quale quello delle riviste di punta dell’area 10, sia per quanto riguarda la loro incidenza sul versante della ricerca e della didattica universitaria, sia per l’altro aspetto non meno rilevante delle loro politiche editoriali. Per quel che riguarda la trasversalità della classificazione delle riviste di classe A al di fuori di area 10, specie con Area 11, la riflessione è stata ben avviata, e delle proposte dettagliate saranno avanzate nel prosieguo del dialogo fra le comunità scientifiche ed Anvur.  Parallelamente, la Cunsta, come le alte Consulte di Area 10, ha contribuito e si è riconosciuta nelle mozioni Cun contrarie all’impiego del parametro ‘pubblicazioni in riviste di fascia A’ come unico criterio valutativo per l’accesso ai Collegi scientifici dei

 

Ricordiamo che tutti gli aggiornamenti relativi allo sciopero per la "Dignità della docenza universitaria", sono su 

https://www.roars.it/online/

 

Newsletter

Iscriviti per ricevere le nostre notizie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies policy.